Bulimia Nervosa : Diagnosi e Intervento terapeutico

La Bulimia Nervosa fa parte sempre del grande capitolo dei Disturbi di Condotta Alimentare. Rappresenta un importante Disturbo Psichiatrico, poiché può condurre a serie complicanze da un punto di vista Internistico, andando a coinvolgere diversi organi interni e non solo.

La Bulimia Nervosa si caratterizza per la comparsa di vere e proprie “condotte iperfagiche” che si traducono in “ricorrenti abbuffate”, durante le quali il paziente tende ad ingerire grandi quantità di cibo, cui spesso si associa una sensazione di perdita di controllo sulla fame.

Si deve poi specificare se la “Bulimia Nervosa” sia associata o meno a Condotte di Eliminazione. Infatti nel caso in cui sia associata a Condotte di Eliminazione, il paziente tenderà a compensare l’abbuffata con vomito autoindotto, digiuni forzati, uso di lassativi, enteroclismi, uso di diuretici, sport eccessivo al fine di ridurre in modo completamente errato, l’episodio di iperfagia discontrollata.

Nel caso in cui la Bulimia Nervosa non sia associata a Condotte di Eliminazione, comunque sia il soggetto adotterà altri meccanismi di compenso come lo sport eccessivo o l’uso di lassativi e diuretici senza però arrivare a provocarsi il vomito.

Molto spesso l’esordio di questa Malattia può essere preceduto anche da un quadro di Anoressia Nervosa oppure anche in soggetti che tentano svariate volte di ridurre il proprio regime alimentare, sottoponendosi a diete strettamente ipocaloriche.

Spesso di base ci può essere un lieve sovrappeso così come succede nello sviluppo dell’Anoressia Nervosa.

Questo tipo di Disturbo può durare da poche settimane a molti mesi, o molto di più se non viene diagnosticato e seguito nelle sedi opportune. Gli interventi terapeutici sono di tipo farmacologico e psicoterapico e devono essere seguiti in modo costante affidandosi se presente anche ad una buona rete familiare.

I pazienti che presentano questi episodi di abbuffate, descrivono molto spesso la sensazione di non potersi fermare durante l’abbuffata e di solito vengono scelti i cosiddetti cibi proibiti dalla dieta, ossia alimenti ipercalorici. Una vera e propria abbuffata la si considera tale quando il soggetto in un singolo episodio ingerisce dalle 3000 alle 10000 calorie. Molto spesso la partenza dell’abbuffata è legata a sentimenti di tristezza, solitudine, angoscia, inadeguatezza, per cui viene in un certo senso favorita da un’instabilità umorale.

In seguito all’episodio di abbuffata si associano sentimenti di colpa, indegnità, vergogna, per cui nel caso in cui la Bulimia sia associata a condotte di eliminazione si innesca così il vomito autoindotto tramite stimolazione da parte dello stesso soggetto o altre condotte compensatorie nel caso che la Bulimia non sia associata a tali condotte.

ăn dặm kiểu NhậtResponsive WordPress Themenhà cấp 4 nông thônthời trang trẻ emgiày cao gótshop giày nữdownload wordpress pluginsmẫu biệt thự đẹpepichouseáo sơ mi nữhouse beautiful